FLY ON

Aeroporto Turistico UAS

Cerca
Close this search box.
FlyOnLOGO2

Gravina in Puglia

Città dell'Acqua e della Pietra

Il territorio Appulo Lucano

Un paesaggio naturale ed antropico lungo le propaggini dell’alta murgia, al confine con la Basilicata. Un’interazione complessa , nel corso dei millenni tra pietra acqua e uomo. La pietra scolpita dall’acqua in superficie e nel sottosuolo e l’uomo che ha imparato a convivere con questo territorio e a costruire nella roccia calcarea la culla di una delle più longeve civiltà rupestri. Il paesaggio e il paesaggio culturale – archeologico, rupestre e rurale –  di grande interesse vanno attraversati in assoluto rispetto delle singolarità geologiche  e delle formazioni paleontologiche, delle comunità biologiche di specie animali e vegetali  che caratterizzano il territorio murgiano in questi luoghi  nonché della comunità residente.Dal bastione monumentale, lungo il ponte acquedotto ci si allontana dal centro urbano e i tanti itinerari possibili si schiudono allo sguardo curioso richiedendo una armonica coerenza tra il comportamento umano e le risorse naturali, un approccio lento ad un sistema inscindibile tra cultura,  ingegno umano e natura accompagnato da suoni, sapori e profumi che il viaggiatore ospite potrà incontrare nel Parco dell’Alta Murgia.

Numeri Utili

CORPO FORESTALE DELLO STATO
CORPS OF NATIONAL FOREST RANGERS 112

SOCCORSO PUBBICO DI EMERGENZA EMERGENCY PUBIC ASSISTANCE 113

VIGILI DEL FUOCO
FIRE BRIGADE 115

EMERGENZA SANITARIA
HEALT CARE EMEGENCY 118

GRAVINA IN PUGLIA COMANDO DI POLIZIA LOCALE – LOCAL POLICE 080 326 74 63

Il Parco Nazionale Alta Murgia

IL Parco, previsto dalla legge 9 dicembre 1998, n. 426, è stato istituito con il D.P.R. 10 marzo 2004 (G. U. N. 152 del 1° luglio 2004)  ha una superficie complessiva di 68.077 ettari e il suo territorio interessa la Regione Puglia, la Provincia di Bari e quella di Barletta, Andria e Trani, le Comunità montane della Murgia Nord Occidentale e della Murgia Sud Orientale, e il territorio comunale di 15 Comuni: Altamura, Andria, Bitonto, Cassano Murge, Corato, Gravina in Puglia, Grumo Appula, Minervino Murge, Poggiorsini, Ruvo di Puglia, Santeramo, Spinazzola, Toritto oltre ad Acquaviva e Laterza , comuni delle aree contigue A Gravina in Puglia si trova la sede amministrativa dell’Ente Parco Nazionale dell’Alta Murgia. La popolazione totale raggiunge circa 440.000 abitanti. La valorizzazione della biodiversità e della geodiversità del territorio, la conoscenza e trasmissione della storia e delle storie di contadini, pastori, di antiche civiltà e di imperatori che hanno lasciato tracce del loro passaggio in questi luoghi rappresentano l’obiettivo principe della istituzione del Parco e della sua candidatura ad aspirante Geoparco UNESCO.

Scopri “Il viaggio lungo la storia della Terra”

SEDE E CONTATTI 

Via firenze, 10 – 70024 – Gravina in Puglia

Tel  +39 080 326 22 68

www.parcoaltamurgia.it  –  info@parcoaltamurgia.it

Come raggiungere il Parco e Gravina in Puglia.

Dall’AEROPORTO internazionale di Bari  Karol  Wojtila si raggiunge il centro di Bari  con le Ferrovie  Bari- Nord ( Ferrotramviaria Spa) Da Bari con le Ferrovie Appulo Lucane ( FAL), attraversando diversi paesi dell’Alta Murgia, si può raggiungere Gravina in P. Con  le Ferrovie dello Stato ( Trenitalia) si può raggiungere  Gioia del Colle e da qui procedere verso Santeramo, Altamura, Gravina In p., Poggiorsini, Minervino Murge. Con le Ferrovie Bari- Nord (Ferrotramviaria Spa ) si raggiungono Bitonto, Ruvo, Corato e Andria.

Dall’autostrada A14 Bologna Bari occorre uscire ai caselli di Trani, Molfetta, Bitonto, Bari-Nord, Bari Sud, Gioia del Colle e di qui prendere le varie direttrici per le città del Parco.

Dalla Basilicata e dalla Calabria vi si accede dalle Strade Statali 96 e 99.

Il rapporto con l'Ambiente

Questi luoghi crocevia di storie e di paesaggi, luoghi di incontri millenari tra uomo e natura richiedono un’attenzione necessaria a non alterare l’equilibrio costituito negli habitat attraversabili. Scegli un’esperienza di turismo sostenibile e responsabile, abbiamo a cuore una serie di modi di operare che vorremmo che tu, viaggiatore, condividessi con noi.

Rispetto della Natura

Ognuno ha diritto di godere delle bellezze della natura. Rispettala!
Non disturbare, non dare cibo, non catturare gli animali selvatici.
Non raccogliere funghi, fiori, minerali.
Non accendere fuochi.
Non abbandonare i rifiuti: cerca di non lasciare nessuna traccia del tuo passaggio quindi porta con te ogni rifiuto prodotto e differenziali quando ne hai la possibilità.

Aree di particolare interesse Naturalistica

Bosco Difesa Grande

Il sito d’interesse comunitario (SIC) Bosco Difesa Grande IT 9120008 è stato istituito con il Decreto Ministeriale del 5 marzo 2000 ai sensi della direttiva Habitat 92/43/CEE. La posizione geografica, al confine tra Puglia e Basilicata, favorisce la presenza di numerosi habitat e genera una notevole biodiversità con un numero elevato  di specie  animali  e vegetali, in partcolare si segnala l’incontro tra la flora a carattere mediterraneo  dell’altopiano murgiano e quella proveniente dal vicino Appennino lucano. Un bene comune, un polmone verde nel territorio gravinese, tra il Torrente Basentello e il Torrente Gravina, geosito del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, uno dei siti naturalistici più importanti  della regione Puglia che merita conoscenza e “difesa”, così come auspicato nel suo toponimo.

Pulicchio di Gravina

Il Pulicchio di Gravina (in dialetto locale u pulìcchie) è una  dolina carsica situata in territorio di Gravina in P., a circa 10 km a nord dell’abitato a 535 mt sopra il livello del mare, in prossimità della SP 238. È una delle più grandi cavità carsiche della Puglia dopo il Pulo di Altamura. Si differenzia da quest’ ultimo per la lieve ripidità delle pareti piuttosto regolari e per l’assenza di grotte. Secondo la classificazione di Michele Gortani rientra nella categoria delle cosiddette “doline a ciotola”, dal momento che il profilo segue una curva continua e il dislivello risulta circa 5 volte più piccolo del diametro

Segnalazione Acqua Potabile – Rispetto delle Acque

L’acqua è una delle nostre più preziose risorse, non sprecarla e non inquinare le acque del nostro territorio! Durante la passeggiata nel centro storico e le esperienze di trekking nelle zone extraurbane ti segnaliamo la presenza di fontane di acqua potabile, potrebbero rappresentare anche piacevoli zone di sosta lungo il tragitto da te percorso. Porta con te una borraccia riutilizzabile.

Clima Annuale a Gravina in Puglia

Il territorio si rende visitabile piacevolmente tutto l’anno. Informarsi sulle condizioni metereologiche e scegliere il giusto abbigliamento è fondamentale per affrontare un’esperienza di viaggio. La temperatura media più alta a Gravina in Puglia è di 31°C a Luglio e la più bassa è di 11°C a Gennaio. Nella tabella sottostante si evidenziano le temperature mensili o il periodo di massima piovosità. I dati climatici medi mensili si basano sui dati degli ultimi 30 anni.

In caso di piogge o temporali in zone naturalistiche

  • Mantieni sempre la calma; 
  • non ripararti sotto alberi isolati e stanne lontano. Trova riparo, eventualmente, nel bosco fitto, cercando un punto con alberi più bassi o una radura;
  • non tenere con te oggetti in metallo; 
  • stai distante dalle linee elettriche  e zone sottopose come lame, doline, dorsali collinari scoscesi;
  • raggiungi il prima possibile il mezzo o altro veicolo con rivestimento metallico.

In caso di incendio in zone naturalistiche

  • Evita l’accensione di fuochi (vietati)
  • evita di lasciare mozziconi di sigaretta
  • Evita di parcheggiare la tua auto su arbusti secchi o foglie.
  • Mantieni sempre la calma;
  • se avvisti un principio di incendio prova a spegnerlo solo se sei certo di poter avere un avia di fuga. In tal caso: batti un ramo verde alla base delle fiamme con decisione, allontana materiali facilmente combustibili, averti i Vigili del fuoco e/o la Protezione Civile; 
  • se le fiamme sono già alte cerca una via di fuga  sicura lontana dagli alberi ed i presenza di fumo respira con un panno bagnato sulla bocca ed il naso, se non trovi via di fuga allontanati il più possibile dalle fiamme e sdraiati per evitare il fumo cercando di coprirti con terra e bagnarti spesso
  •